Il nuovo ADC di precisione a banda larga di TI migliora le prestazioni di acquisizione dei dati dimezzando dimensioni e consumo energetico

redazione

Texas Instruments (TI) (Nasdaq: TXN) ha presentato oggi il più piccolo convertitore analogico/digitale (ADC) a banda larga a 24 bit che offre una precisione di misurazione del segnale a larghezze di banda più ampie rispetto agli ADC concorrenti. L’ADS127L11, il più recente prodotto nella gamma di ADC di precisione a banda larga di TI, consente di acquisire dati con estrema precisione in un package più piccolo del 50%, ottimizzando sensibilmente il consumo energetico, la risoluzione e la larghezza di banda di misurazione per un’ampia gamma di sistemi industriali. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.ti.com/product/ADS127L11.

«Si nota una chiara tendenza verso soluzioni dalle dimensioni più ridotte e con un minore consumo energetico in applicazioni come le apparecchiature di test e misurazione e i dispositivi medici portatili, dove è fondamentale migliorare la durata della batteria», ha affermato Noman Akhtar, senior research analyst di Omdia. «Inoltre è indispensabile aumentare la portata di dati disponibile e fornire maggiore larghezza di banda e minore potenza, il tutto con un footprint ridotta».

Acquisizione di segnali ad alta risoluzione con larghezza di banda del 50% più ampia e latenza inferiore del 25%

L’estrema flessibilità dell’ADS127L11 permette di sfruttare opzioni di filtraggio a banda larga e a bassa latenza per ottimizzare le prestazioni dell’ADC e fornire un’acquisizione dati su misura e ad alte prestazioni in svariati sistemi industriali. I progettisti possono quindi utilizzare la modalità a banda larga per migliorare la risoluzione di misurazione in CA con una larghezza di banda il 50% più ampia, velocità di trasmissione dati fino a 400 kSPS e un rapporto segnale/rumore il 30% maggiore rispetto ai convertitori di dati concorrenti, riducendo inoltre al minimo il rumore alle alte frequenze. In modalità a bassa latenza, l’ADS12711 offre una latenza inferiore del 25% fino a 1.067 kSPS e una deriva di offset inferiore dell’83,3% (50 nV/°C); in questo modo, i progettisti possono migliorare la risoluzione delle misurazioni in CC, la portata dei dati e i tempi di risposta nell’acquisizione dei dati e nelle applicazioni di monitoraggio delle condizioni.

Riduzione del footprint dell’ADC con un package più piccolo del 50%

Fino ad oggi, i progettisti di apparecchiature industriali miniaturizzate e alimentate a batteria dovevano scegliere tra le dimensioni di un ADC e la precisione di misurazione alle frequenze più elevate. L’ADS127L11 elimina la necessità di questo compromesso. In un package WQFN (quad flat no-lead) da 3 mm x 3 mm, questo dispositivo a canale singolo è il 50% più piccolo rispetto agli ADC concorrenti. Oltre a ridurre le dimensioni del progetto, il nuovo ADC aumenta le funzionalità del sistema consentendo ai progettisti di inserire canali aggiuntivi in un progetto compatto. Ulteriori informazioni su come ottimizzare la densità di canali utilizzando più canali ADC che operano in modalità di campionamento simultaneo si trovano nel brief applicativo «L’ADS127L11 nei sistemi di campionamento simultaneo».

Aumento della durata della batteria con un consumo energetico inferiore del 50%

L’ADS127L11 consuma metà potenza rispetto ad altri ADC, consentendo una migliore ottimizzazione del consumo energetico rispetto ai requisiti di larghezza di banda in progetti come macchine portatili per elettroencefalogramma (EEG) e analizzatori di qualità dell’energia grazie all’utilizzo delle modalità di potenza scalabili del dispositivo. Il consumo energetico è pari a soli 3,3 mW con frequenze di campionamento fino a 50 kSPS, migliorando la risoluzione del segnale e la durata della batteria. Ulteriori informazioni sui vantaggi di questo minor consumo energetico sono disponibili nell’articolo «Bilanciamento di dimensioni, potenza, risoluzione e larghezza di banda nell’ADC per sistemi di acquisizione dati di precisione».