Il soccorso sicuro delle vittime di incendi

redazione
Forse non tutti sanno che tra le principali cause di decesso o di  lesioni gravi provocate da un incendio non vi sono le fiamme bensì il fumo. Infatti, oltre a contenere composti tossici quali il monossido di carbonio, l’acido cianidrico, il fosgene, l’ammoniaca, l’anidride solforosa, l’acido solfidrico, la formaldeide e gli acrilonitrili, il fumo provocato da un incendio è reso ancora più pericoloso dai moderni materiali da costruzione e dagli arredi che contengono materiali sintetici. Una volta in fiamme, questi sprigionano infatti sostanze tossiche che avvelenano l’aria e l‘ambiente.

È chiaro dunque che, prima di accedere al luogo dell’incendio, i Vigili del Fuoco devono essere dotati dell’attrezzatura necessaria a proteggere non solo se stessi ma anche chi si trova intrappolato nel luogo dell’incidente.

La scelta del sistema di soccorso più efficace dipende da fattori quali la tipologia dell‘incendio (fumo più fiamme o solo fumo) o la struttura delle vie di fuga, che possono essere lunghe o corte.

Ad esempio in caso di presenza di fumo intenso e via di fuga corta sarà da privilegiare una soluzione ad aria compressa, quale il cappuccio di soccorso Dräger, che si collega all‘autorespiratore SCBA del vigile del fuoco e fornisce alla vittima aria respirabile. L’aria erogata è indipendente dall’aria ambiente e assicura un livello costante di ossigeno. Questa soluzione richiede un collegamento fisico continuo tra chi presta e chi riceve soccorso, perché il cappuccio e l’autorespiratore sono connessi da un tubo flessibile.

In una situazione in cui la via di fuga è più lunga si può scegliere un sistema che ha una durata più estesa (fino a 45 minuti) perché è dotato di bombola ad aria compressa respirabile, indipendente dal soccorritore: è il caso del Dräger Rescue Pack System, soluzione che può essere collegata ad una maschera a pieno facciale Dräger o al cappuccio di soccorso PSS Dräger.

Diverso è lo scenario in cui l’aria ambiente contiene una sufficiente quantità di ossigeno: in questo caso si può prevedere una soluzione per la fuga antincendio, quale il cappuccio di emergenza Dräger PARAT 5550, dotata di filtro antigas e antiparticolato integrato che filtra le sostanze nocive contenute nell’aria ambiente. Semplice e leggero da usare, il dispositivo offre una protezione per un minimo di 15 minuti ed è completamente indipendente dal soccorritore. Inoltre non necessita di manutenzione.

Qualunque soluzione per una missione di soccorso e di fuga da ambienti peicolosi non può in ogni caso prescindere da caratteristiche, quali la fruibilità e la sicurezza, che sono alla base della filosofia Dräger.