Juniper aggiunge nuove funzionalità al portfolio AI-driven enterprise

redazione

Juniper Networks, leader nelle reti sicure basate su AI, ha annunciato una serie di nuove funzionalità del portfolio AI-driven enterprise che permettono ai clienti di scalare e semplificare l’implementazione delle reti campus wireless e cablate, offrendo agli operatori di rete più automazione e insight. I miglioramenti a Juniper Mist cloud e al motore AI, che comprendono la gestione del fabric del campus EVPN-VXLAN e ulteriori Marvis Actions per la risoluzione proattiva dei problemi, espandono le funzionalità cloud, AIOps e di automazione di Juniper per semplificare le operazioni IT, ridurre i costi e migliorare agilità e scalabilità.

“Abbiamo sposato l’idea di Experience-First Networking, in cui le nostre soluzioni enterprise sfruttano l’automazione proattiva, l’esperienza utente garantita, i servizi cloud agili e la sicurezza connessa per offrire la migliore esperienza possibile a utente finale e operatori dal client al cloud”, ha affermato Jeff Aaron, Vice President Enterprise Marketing di Juniper. “A livello di branch e di campus, ciò significa sfruttare AIOps, basato su Mist AI, e il cloud per massimizzare la produttività e l’efficienza dell’utente, minimizzando allo stesso tempo i costi dell’IT grazie alla semplificazione delle operazioni e agli insight prescrittivi. Oggi siamo orgogliosi di progredire ulteriormente in queste aree aumentando la distanza tra noi e i competitor: con i miglioramenti a Juniper Mist Wired Assurance, Wireless Assurance e Marvis Virtual Network Assistant (VNA) è ancora più semplice implementare, gestire e risolvere i problemi nelle reti campus”.

Le principali novità di AI-driven enterprise sono:

  • Gestione del fabric del campus basato su AI tramite Juniper Mist Cloud: le reti di campus sfruttano tecnologie proprietarie e complicate architetture L2/L3 che non sono state progettate per soddisfare i requisiti moderni, ad esempio per gestire il numero crescente di utenti mobili e dispositivi IoT. Inoltre, la tecnologia EVPN/VXLAN, sebbene offra diversi vantaggi rispetto alle tradizionali di gestione del fabric, può essere complessa da implementare e gestire. Rendendo possibile la gestione dei fabric del campus EVPN-VXLAN mediante il servizio cloud Juniper Mist Wired Assurance, Juniper offre la possibilità di semplificare le reti wireless, cablate e WAN attraverso un motore cloud e AIOps comune.

Il fabric Juniper EVPN-VXLAN sfrutta la stessa piattaforma Juniper usata per gestire le funzioni di accesso cablato nel campus, Juniper Mist Wired Assurance e Marvis Virtual Network Assistant (VNA), garantendo agli amministratori IT il massimo in termini di automazione, insight e troubleshooting. Questo non solo offre un quadro operativo comune per l’implementazione, la configurazione e le operazioni a partire dal giorno 2 dell’accesso cablato, ma utilizza anche un unico modello di supporto AI-driven in cui la gestione self-driving e le azioni predittive possono permettere di risolvere i problemi prima che emergano. Juniper Mist Cloud permette agli amministratori di scegliere una topologia, definire le reti di interesse, identificare le connessioni fisiche richieste e applicare le policy corrette in modo trasparente. Inoltre, la soluzione Mist permette ai clienti di sfruttare uno schema operativo comune in ambienti LAN, WLAN e WAN, un elemento chiave della differenziazione client-to-cloud di Juniper.

  • Nuovo Marvis Actions che offre una comprensione più approfondita per una rapida risoluzione dei problemi: Marvis Actions raccoglie le informazioni dal motore Mist AI, come ad esempio la causa prima di un problema, e fornisce raccomandazioni agli amministratori IT attraverso una semplice dashboard. Questo è il primo – e in molti casi l’unico – luogo in cui i clienti devono guardare per monitorare e gestire lo stato di salute della propria rete Juniper Mist, offrendo semplicità, intelligenza e facilità d’uso alle reti cablate, wireless e SD-WAN.

Sin dall’introduzione di Marvis VNA nel 2018, Juniper ha continuamente aggiunto nuove funzioni per aiutare gli utenti a porre rimedio ai problemi comuni, come la scorretta configurazione delle VLAN, dispositivi offline, software non compliant, malfunzionamenti DHCP/802.1x/PSK e loop. Ora, nuove azioni sono state aggiunte al software Marvis VNA per individuare e correggere ulteriori problemi, quali client cablati o wireless permanentemente problematici, cavi difettosi, buchi nella copertura degli access point, link WAN non funzionanti, capacità RF insufficiente, ecc.

Juniper continua a portare avanti la vision dell’Experience-First Network,  innovando i prodotti e offrendo risultati concreti ai clienti e partner di tutto il mondo in diversi mercati verticali. Gartner ha posizionato Juniper Networks come Leader nel  2020 Gartner Magic Quadrant for Wired and Wireless LAN Access Infrastructure, assegnando all’azienda il massimo punteggio per la capacità di esecuzione. Juniper è stata inoltre classificata come Visionary nel 2021 Gartner Magic Quadrant for Indoor Location Services, Global.

“Juniper ha costruito un portfolio di soluzioni di automazione per l’impresa che permette di semplificare il deployment della rete e la sua gestione quotidiana”, ha commentato Will Townsend, Principal Analyst, Networking and Security Practices presso Moor Insights & Strategy. “Dal mio punto di vista, questo annuncio incentrato sulla gestione basata sull’AI del fabric del campus conferma lo sforzo di Juniper a offrire un’esperienza di qualità agli operatori IT. L’interfaccia appare pulita e intuitiva e supporta un gran numero di topologie che renderà più veloci le attività di configurazione tipicamente molto noiose”.

“Vediamo che l’adozione di machine learning e AI per la gestione di rete è importante per contrastare la crescente complessità della configurazione e gestione della rete. Juniper Wired Assurance SLEs e Marvis Actions forniscono agli operatori IT come noi informazioni sullo stato di salute della rete ben al di là delle metriche basate su SNMP”, ha aggiunto Andy Piatek, Digital Solutions Director di Novus Technical Services. “L’infrastruttura AI-driven può correlare gli eventi ricevuti da diversi dispositivi di rete, individuare le anomalie, avviare azioni correttive e integrarsi facilmente con sistemi di terze parti usando le API aperte. Inoltre, la gestione del fabric del campus basata su Mist AI utilizza Juniper Mist Cloud per garantire livelli di semplicità e automazione nell’implementazione che non esistono nelle tradizionali reti campus”.