Kaspersky e ownCloud collaborano per proteggere le piattaforme di collaborazione per le aziende

redazione

La protezione dei dati rimane il problema di sicurezza informatica più preoccupante per il 59% delle organizzazioni a livello globale[1]. Le piattaforme di file sharing consentono alle aziende di lavorare sui propri documenti all’interno di un unico ambiente protetto e di tenere sotto controllo i dati sensibili. Tuttavia, è necessario assicurarsi che nessun componente dannoso entri nell’ambiente dall’esterno, cosa che può essere risolta da una scansione anti-malware. La partnership tra ownCloud e Kaspersky offre l’integrazione della scansione prestando particolare attenzione a prestazioni e facilità d’uso. Kaspersky Scan Engine garantisce una protezione completa da malware, trojan, worm, rootkit, spyware e adware. Fornisce, inoltre, l’analisi del traffico HTTP e il controllo della sicurezza di file e URL. La scansione viene eseguita lato server e può essere rapidamente ridimensionata per soddisfare diverse esigenze. Allo stesso tempo, l’integrazione è più facile da configurare e gestire per gli amministratori. 

“La sicurezza informatica è una questione di fiducia. La nostra partnership con Kaspersky consente ai nostri clienti aziendali di eseguire autonomamente la scansione antivirus on-premise, senza compromettere i dati sensibili inviandoli a servizi antivirus di terze parti. L’utilizzo del protocollo ICAP sottolinea la nostra convinzione che gli standard aperti siano la strada da percorrere verso la sovranità digitale”spiega Holger Dyroff, COO di ownCloud.

“Anche se centinaia di aziende stanno completando la migrazione verso il cloud, i competitor stanno intensificando il loro gioco e cercano di sfruttare nuove opportunità. Collaborando con ownCloud, vogliamo assicurarci che tutti i vantaggi delle tecnologie del cloud privato siano sicuri e questo può essere garantito solo da una soluzione anti-malware di livello premium come Kaspersky Scan Engine. Sono onorato di dare il benvenuto a ownCloud nella nostra sempre più grande community di partner tecnologici di Kaspersky”afferma Alexander Karpitsky, Head of Technology Alliances di Kaspersky. L’integrazione degli standard aperti estende le funzionalità esistenti dell’App Antivirus di ownCloud. La soluzione condivisa è pronta e disponibile per tutti i clienti ownCloud Enterprise interessati e rende ownCloud facilmente accessibile ai clienti di Kaspersky.


[1] Secondo il sondaggio di Kaspersky “IT Security Risks Survey 2020” condotto a luglio 2020. Lo studio comprende 5.226 intervistati in 31 paesi in tutto il mondo.