Liberation: dopo la sparatoria anche un attacco informatico

Elena Scambelluri

Dopo la sparatoria di questa mattina, quando un uomo armato di un fucile a pompa aveva gravemente ferito un fotografo all’ingresso della sede del giornale a Parigi prima di darsi alla fuga, il quotidiano francese Libération è da circa mezz’ ora sotto un attacco informatico che impedisce l’aggiornamento del suo sito internet. Lo si è appreso da responsabili del giornale. Quest’attacco consiste nell’ inondare di richieste il server al punto da bloccarne il funzionamento.
"Siamo sotto un attacco informatico da circa una mezz’ ora. Stiamo lavorando per risolvere la questione. In concreto il nostro sito è sempre visibile ma non può essere aggiornato. Vediamo un alto numero di richieste provenienti da numerosi Paesi fra cui Thailandia e Russia", ha dichiarato all’Afp Vincent Florant, vice direttore delle edizioni digitali di Libe. Questa aggressione ha ricordato un incidente simile avvenuto venerdì a BFMTV, senza fare vittime.