Mafia: in Italia il boss Giuseppe Baldinucci

Tiziana Montalbano

Era ricercato in campo internazionale da 11 anni il boss mafioso Giuseppe Baldinucci. Palermitano di 65 anni, è appena giunto in Italia dagli Stati Uniti, scortato da funzionari dell’Immigration Service statunitense e affidato all’Interpol di Roma e alla Polizia italiana. Elemento di spicco di cosa nostra, appartenente al clan “Vitale” della zona di Partinico, dovrà ora scontare gli otto anni di reclusione a cui lo ha condannato per associazione mafiosa la Corte d’Appello di Palermo. Indicato dai collaboratori di giustizia come la persona che nel 1996 aveva favorito la latitanza di Giovanni Brusca, Baldinucci risulta aver ricoperto un ruolo di rilievo nell’organizzazione mafiosa operante tra Stati Uniti e Italia, insieme ad altri noti criminali coinvolti nell’operazione “pizza connection”, come Filippo Casamento e Salvatore Greco. Il rientro in Italia del boss è stato possibile grazie alla collaborazione internazionale tra le forze di polizia italiane, quelle statunitensi e l’Interpol di Roma, che recentemente ha permesso di portare a termine anche altre importanti operazioni contro le cosche operanti in Sicilia e oltreoceano.