Mafia: Maroni, risultati ottimi, rafforziamo contrasto

Paola Fusco

 Nei confronti della criminalità organizzata le forze dell’ordine hanno ottenuto ottimi risultati, ma ciò non significa che il governo indulgerà in alcuna forma di trionfalismo”. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, in una conferenza stampa al Viminale per presentare i risultati ottenuti nella lotta alla criminalità organizzata da quando il governo, a maggio, si è insediato. E a conferma che il governo proseguirà nella battaglia per sconfiggere le mafie, il ministro ha sottolineato ”che l’azione di contrasto che il governo, le forze dell’ordine e la magistratura hanno intrapreso non avrà flessione di alcun tipo e, anzi, è destinata a rafforzarsi in termini di risorse, strumenti tecnici, intelligence e strumenti normativi”. Alla luce di questi risultati, ha aggiunto, ”confermiamo la determinazione assoluta del governo a combattere senza quartiere ogni forma di criminalità”. Tra maggio e novembre del 2008 le forze di polizia hanno messo in campo 49 operazioni contro le mafie arrestando 918 persone, catturando 73 latitanti e sequestrando beni per un valore di 3 miliardi. All’incontro con la stampa hanno partecipato anche il sottosegretario Alfredo Mantovano, il procuratore nazionale Antimafia, Piero Grasso, il capo della Polizia Antonio Manganelli, il comandante generale dei Carabinieri Gianfrancesco Siazzu, e il comandante della Guardia di Finanza, Cosimo D’Arrigo.