Maxi operazione della Polizia Stradale

Eugenia Scambelluri

Si è da poco conclusa, in tutta Italia, un’operazione della Polizia Stradale finalizzata al controllo delle assicurazioni che ha consentito di denunciare 10 persone e sequestrare 125 veicoli. Le regioni meno virtuose si collocano al sud Italia, dove la percentuale dei veicoli irregolari si attesta sul 10% rispetto a quelli controllati.

Continua senza sosta l’impegno della Polizia Stradale in tutte le regioni d’Italia, tra controlli in tema di autotrasporto, verifiche del possesso dell’assicurazione obbligatoria, intestazioni fittizie ed altri delicatissimi temi in materia di sicurezza sulle nostre strade.

Questa specifica attività di contrasto e repressione è tesa a mantenere alta, nella sensibilità collettiva, la percezione di incisività del contrasto di tutti quei comportamenti alla guida dei veicoli considerati particolarmente gravi, come quello di circolare sprovvisti di assicurazione o con tagliando assicurativo falso.

Chi circola con un veicolo privo di assicurazione, oltre ad essere assoggettato ad una sanzione amministrativa pecuniaria di importo particolarmente elevato (da € 841,00 a € 3.366,00), subirà il sequestro del mezzo. Chi circola con documenti assicurativi alterati o contraffatti, invece, è soggetto alla confisca del veicolo. Infine, per coloro che hanno materialmente contraffatto i suddetti documenti, la sanzione prevista è la sospensione della patente per un anno.

Sul portale dell’automobilista del Dipartimento Trasporti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, accessibile al sito https://www.ilportaledellautomobilista.it/, è possibile consultare i numeri di targa dei veicoli immatricolati in Italia per verificare la regolarità con gli obblighi assicurativi. Le informazioni presenti sul portale sono aggiornate quotidianamente dalle compagnie assicuratrici.