Microsoft e il Commissario alle Opere insieme per i Mondiali di Cortina

redazione

Una buona pratica. Un modello da copiare. Un progetto innovativo a livello mondiale. Un esempio del proficuo connubio fra tecnologie digitali e opere pubbliche.

Ecco cos’è OpenCortina, la piattaforma che ha visto la collaborazione tra la struttura del Commissario straordinario di Governo per i Mondiali di sci alpino Cortina 2021 e Microsoft, consentendo – nel rispetto di tutte le normative previste – l’effettivo completamento di tutte le opere indispensabili all’atteso appuntamento sportivo.

 

Promosso nel 2018 dall’allora Commissario Luigi Valerio Sant’Andrea e confermato da Valerio Toniolo succedutogli lo scorso agosto, OpenCortina ha avuto come fine la trasformazione digitale delle modalità di realizzazione delle opere pubbliche. Queste le parole di Toniolo: «L’adozione della piattaforma digitale ci ha consentito di coordinare tutti i soggetti coinvolti, stazioni appaltanti, progettisti ed imprese, favorendo la collaborazione sinergica tra le parti. OpenCortina si è rivelata strategica in tempi di pandemia garantendo di fatto una operatività senza soluzione di continuità a tutti gli operatori coinvolti».

 

Dalla filiale Italiana di Microsoft arriva un moto di soddisfazione per l’importanza strategica del progetto, come testimoniano le parole di Silvia Candiani, Amministratore Delegato di Microsoft Italia: “OpenCortina è un progetto assolutamente innovativo a livello nazionale e destinato a diventare un punto di riferimento a livello globale nell’ambito dello sviluppo di eventi sportivi, anche in virtù dell’approccio volto alla valorizzazione dei  dati a beneficio della Pubblica Amministrazione e della collettività. Grazie all’uso delle più avanzate tecnologie digitali quali Cloud Computing e Intelligenza Artificiale è stato possibile gestire con la massima efficienza, trasparenza e sicurezza un progetto così articolato e strategico per il nostro Paese e per il mondo dello sport. Una prima esperienza, che ci auguriamo possa essere replicata anche in futuro, ispirando la gestione di molte altre manifestazioni ed eventi sportivi, che richiedono coordinamento e rigore in una logica di massima efficienza e semplificazione

 

La piattaforma coniuga diversi concetti di vera trasformazione digitale. In primis, l’attenzione alla semplicità d’uso, grazie all’esperienza utente abilitata dalle soluzioni per la collaborazione, lo sviluppo applicativo e l’analisi dei dati Microsoft 365 e Power Platform. Strategica anche l’organizzazione delle informazioni in un ambiente Dati comune attraverso soluzioni di Cloud Computing, con la flessibilità di gestire sia dati strutturati sia elementi multimediali, sempre disponibili e protetti con i massimi standard di sicurezza. Infine, di primaria importanza il motore di Intelligenza Artificiale, basato su Microsoft Azure, che unisce aspetti diMachine Learning per l’analisi delle informazioni, con altri di Deep Learning per l’estrazione di contenuti chiave da documenti o immagini.

 

Efficienza, velocità, risparmi. E controllo. Quest’ultimo ha portato a dicembre alla firma di un Protocollo fra la Prefettura di Belluno e il Commissario alle opere. Spiega Toniolo: «Opencortina si è rivelata anche uno strumento prezioso per monitorare aspetti legati alla sostenibilità e alla legalità delle opere in stretta collaborazione con la Prefettura di Belluno e le Stazioni appaltanti Provincia di Belluno, ANAS e la Fondazione Cortina 2021. La piattaforma ha favorito l’efficacia dell’azione tecnico-amministrativa consentendo un controllo costante per evitare possibili infiltrazioni della criminalità organizzata. OpenCortina è stata messa cioè a disposizione della Prefettura di Belluno».

 

Francesco Ruperto, che ha seguito l’ambizioso progetto per la struttura commissariale, aggiunge alcuni aspetti tecnici: «Coniugando un’organizzazione agile e una consapevole adozione di metodi e strumenti elettronici per la realizzazione dei lavori quali BIM-Building Information Modeling e CDE-Common Data Environment, si è riusciti a completare nei tempi tutte le opere indispensabili ai Campionati del mondo di sci alpino. OpenCortina è una best practice. Siamo certi che verrà seguita. Che sarà un modello operativo d’eccellenza da copiare».