Microsoft presenta in Italia la campagna internazionale Original by design con protagonista Surface Pro 8

redazione

Arriva in Italia la campagna internazionale Original by design, che racconta il grande apporto della tecnologia per alimentare e stimolare la creatività attraverso l’esclusiva famiglia di dispositivi Microsoft Surface. L’obiettivo della campagna è, infatti, quello di mostrare il rapporto intrinseco tra ispirazione, attitudine e desiderio delle persone nel creare qualcosa di “originale” grazie alle opportunità offerte dall’innovazione e dalla tecnologia. In poche parole: Original by design. 

Dall’arte alla musica, dal coding alla stesura di un progetto di lavoro: tanti gli ambiti all’interno dei quali poter esprimere appieno la propria originalità, alimentata e supportata dall’intero ecosistema Microsoft. In particolare, Microsoft Surface ha selezionato lo sport quale campo da gioco perfetto per sviluppare in Italia il video-progetto, scegliendo come testimonial d’eccezione il cestista italiano, Marco Belinelli, già campione NBA e attualmente capitano della squadra Virtus Segafredo Bologna.

Ambientato all’interno della suggestiva Virtus Segafredo Arena, il video Original by Marco Belinelli, è un connubio tra il racconto dei successi e delle sfide professionali del campione e visual d’impatto, orchestrati attraverso il ritmo incalzante della musica, effetti sonori e close-up.

La vita, come il basketè fatta di traiettorie, svela Marco Belinelli all’interno del video, alcune le disegni in campo mentre altre ti portano a fare il giro del mondo, rompendo i normali schemi.

Dopo questo incipit, il testimonial racconta quanto la tecnologia lo abbia aiutato, tra le altre cose, a far conoscere le sue giocate in tutto il mondo, a tenere vivi i rapporti con la sua famiglia e i suoi amici da remoto e a rimanere concentrato prima di una partita decisiva. Per fare tutto questo, Marco ha scelto di avvalersi di Microsoft Surface Pro 8, il nuovissimo 2in1 che lo aiuta quotidianamente a raggiungere i propri traguardi senza perdere autenticità.  

“Ho vissuto 13 anni tra Stati Uniti e Canada, lontano dalla mia famiglia e dai miei affetti più cari. Senza la tecnologia non avrei potuto mantenere rapporti così stretti con loro e con gli appassionati di basket in Italia”, racconta Marco Belinelli, Capitano di Virtus Segafredo Bologna. “Ho potuto raccontare la mia vita in campo e fuori, ho condiviso tanti momenti con chi stava a migliaia di chilometri lontano da me. Inoltre, la tecnologia ha sempre di più un ruolo fondamentale anche in campo, nella preparazione delle partite, l’analisi dei dati, la correzione degli errori e nella cura dei dettagli. Per me è fondamentale e non riuscirei a farne a meno.”