‘Ndrangheta: sequestrati beni per 150 milioni di euro

Valentina Parisi

In provincia di Reggio Calabria e in Lombardia, un’operazione dei carabinieri ha portato al sequestro di beni, per un valore di 150 milioni di euro, a cosche della ‘ndrangheta.
Il patrimonio, secondo l’accusa, è riconducibile alle famiglie Nirta-Strangio e Pelle-Vottari, protagoniste della sanguinosa faida di San Luca culminata nello scorso anno nella strage di Duisburg, in Germania, nella quale persero la vita 6 persone.
Tra i beni sequestrati ci sono aziende, attività commerciali, abitazioni, terreni, polizze assicurative e automobili.
Durante il corso delle perquisizioni è stato scoperto anche un bunker nella palazzina in uso ai familiari del latitante Antonio Pelle, il boss irreperibile dal 2000 con il nome di “Ntoni Gambizzo”.