Nuovo data center per la Regione Toscana

la redazione

Il contratto con la Regione Toscana, appena siglato, ha sancito ufficialmente l’inizio dell’attività del Consorzio vincitore della commessa relativa al Tuscany Internet Exchange (TIX)2.0 per la realizzazione del nuovo data center, fra i più avanzati e all’avanguardia d’Italia per dimensioni, tecnologia e prestazioni.  E’ iniziata quindi l’esecuzione ordinaria con l’obiettivo di rendere operativo entro metà luglio il TIX2.0 senza più supporto del TIX1.0, completandotutti i lavori di trasloco (spostamento fisico dei server dal TIX1.0 al TIX2.0) e migrazione (virtualizzazione degli apparati fisici e passaggio dei sistemi già virtualizzati al nuovo ambiente). Ad oggi il Consorzio ha concluso il trasferimento di circa un terzo dei sistemi, ormai del tutto migrati e operativi nell’ambiente TIX2.0; è già stato anche attivato un presidio di supporto tecnico che garantisce l’erogazione dei servizi H24. In questa fase il Consorzio deve assicurare che la migrazione e il trasloco avvengano in modo trasparente, dando piena continuità al servizio anche durante il trasferimento dei sistemi. “Il valore di questo primo step sarà, per CDC, di circa 2 milioni di euro. Più ancora dell’effetto sul nostro bilancio – spiega Stefano Zecchi, direttore AFC di CDC spa” è importante aver dimostrato la capacità di CDC e dei suoi partner tecnologici di progettare e realizzare un sistema unico per la PA, che pone la regione Toscana all’avanguardia nell’offerta di servizi per scalabilità, green, e performance.” Nel corso della successiva fase (da metà luglio a metà settembre), verranno approntate le infrastrutture che metteranno il TIX2.0 in condizione di erogare servizi IAAS (Infrastructure as a Service) e PAAS (Platform as a Service), realizzando di fatto l’ambiente cloud della Regione Toscana presentato nel progetto e sul quale il Consorzio darà servizi nei prossimi tre anni. “Con la realizzazione del TIX2.0 evolveremo il sistema della Regione Toscana implementando una piattaforma all’avanguardia basata sulle tecnologie 2011, con un importante salto generazionale. Questo permetterà alla Regione Toscana di offrire agli enti collegati un’infrastruttura cloud al top della tecnologia, erogando servizi unici per performance, affidabilità, flessibilità ed economia di gestione.” spiega Antonio Genovesi, membro di CDC nel comitato di direzione del consorzio Hypertix.