Oleificio inquina fiume, due indagati ad Agrigento

redazione

I proprietari di un oleificio di Favara, un uomo di 52 anni e una donna di 55 anni, sono stati denunciati dai carabinieri alla Procura di Agrigento per aver scarico di acque derivanti dalla lavorazione della molitura di olive direttamente nel fiume Naro che scorre vicino al frantoio e per avere depositato, sempre illecitamente, i residui del processo di lavorazione delle olive in un terreno limitrofo. L’ allarme era stato lanciato giorni fa dall’ associazione ambientalista Mareamico, che aveva notato chiazze scure in mare. Risalendo il fiume i militari hanno individuato il punto esatto di provenienza dei liquami, attribuibili a scarichi del frantoio. La condotta abusiva dall’ oleificio al fiume e il piazzale con la "sansa vergine" sono stati posti sotto sequestro.