Operazione "Blue Amber"

redazione

Le Forze di Polizia di 28 paesi membri dell’Unione Europea, di 11 paesi extraeuropei e altri partner internazionali hanno unito le loro forze ancora una volta per l’Operzaione “Blue Amber”, che Europol ha supportato tra il 21 settembre e il 4 ottobre u.s.

Come risultato dell’eccellente livello di cooperazione internazionale , più di 175 sospetti sono stati arrestati ed un significativo quantitativo di droga è stato sequestrato.

Sulla scia della serie di successi delle azioni internazionali messi in opera tra maggio e giugno di quest’anno, questo passo dell’Operazione Blue Amber ha mirato alla disgregazione delle attività di gruppi criminali coinvolti nell’agevolazione dell’immigrazione illegale, traffico di droga e armi, traffico di autoveicoli rubati.

Ufficiali di collegamento Europol, agenzia europea il cui referente nazionale è inquadrato nel Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia (SCIP) della Direzione Centrale della Polizia Criminale,   e colleghi degli altri partner internazionali hanno coordinato lo scambio informativo e  d’intelligence tra le Forze di Polizia nazionali dal Centro di coordinamento delle Operazioni Europol  de L’Aia, con il supporto degli specialisti ed analisti dell’Agenzia europea.

I risultati dell’operazione, con il fattivo apporto sul territorio delle Forze di Polizia italiane:

Ø  179 persone arrestate;

Ø  3 tonnellate di cocaina e 250 kg di droghe sintetiche sequestrate;

Ø  74 veicoli sequestrati.

Ad esempio, 32 kg di MDMA sono stati sequestrati in Australia, erano stati spediti dall’Olanda in quattro pacchi postali, ognuno contenente 8 kg di MDMA, nascosta in bottiglie, tre persone sono state arrestate per questo crimine.

Rob Wainwright, Direttore Europol ha detto: “il successo dell’Operazione Blue Amber evidenzia il crescente livello della cooperazione internazionale nel contrasto al crimine organizzato.

Il nostro lavoro, come Forze di Polizia, è di proteggere le libertà delle persone, e questa è la nostra risposta più determinata alle attività criminali nel mondo. Poiché parte dell’impegno di Europol è quello di rendere l’Europa un posto più sicuro, noi continueremo a supportare questo tipo di indagini nel futuro”.

In tempo reale sono stati eseguiti controlli incrociati con i database di Europol  e   puntuali rapporti analitici sono stati forniti alle Forze dell’ordine impegnate sul campo. Inoltre, agenti Europol sono stati impiegati sul posto in varie località, con uffici mobili che fornivano loro accesso sicuro e diretto ai database e strumenti di analisi di Europol.

Sono previsti ulteriori arresti e procedimenti giudiziari, come prosecuzione dei risultati dell’attività investigativa fin qui svolta.

Questa serie di azioni segue la prima parte dell’Operazione Blue Amber , effettuata precedentemente in quest’anno, che ha portato all’arresto di oltre 500 persone ed al sequestro di oltre 2.8 tonnellate di droga.

Il Comitato Permanente per la sicurezza interna dell’unione Europea ha supervisionato queste operazioni, come si sono sviluppate all’interno del quadro EMPACT (Piattaforma Interdisciplinare Europea contro la Minaccia Criminale) di contrasto al crimine organizzato, focalizzandosi sulle seguenti aree di priorità criminale :

Ø  traffico di esseri umani;

Ø  traffico di droghe sintetiche;

Ø  traffico di armi ;

Ø  evasione e frode fiscale;

Ø  Cybercrime;

Ø  agevolazione dell’immigrazione illegale;

Ø  traffico di cocaina ed eroina;

Ø  contraffazione di beni;

Ø  reati contro il patrimonio.