Operazione "Chicago" della Polizia di Stato

Eugenia Scambelluri

La Polizia di Stato di Padova al termine dell’operazione denominata “Chicago”, ha smantellato una vasta rete composta da cittadini nigeriani dediti alla clonazione ed utilizzo di carte di credito contraffatte nonché alla ricettazione dei beni provento di reato.

La Squadra Mobile di Padova, sotto la direzione del Servizio Centrale Operativo e dell’Interpol, ha individuato i soggetti che gestivano a livello internazionale la captazione dei dati delle carte di credito, la loro clonazione ed il loro utilizzo, localizzati in Gran Bretagna e Stati Uniti. Il gruppo  poteva contare su un numero indeterminato di soggetti stanziali in Italia che provvedevano poi al materiale utilizzo delle carte clonate.

Le cellule operative sono state individuate nel Padovano, in Campania, in Emilia Romagna, nel Lazio, nel Piemonte. Otto i cittadini arrestati in flagranza di reato durante le indagini.

Particolarmente sfruttate erano le biglietterie self-service delle Ferrovie dello Stato che avevano formalmente denunciato alla Polizia una preoccupante recrudescenza di tale fenomeno.