Operazione Lagos contro il riciclaggio di autoveicoli

redazione

La Polizia Stradale di Torino in collaborazione con il Commissariato “San Paolo” ha sgominato un’articolata organizzazione criminale composta prevalentemente da personaggi di origini nigeriane specializzato nel riciclaggio di autoveicoli ed in particolare nell’indebito utilizzo di mezzi elettronici di pagamento impiegati per acquisti di merce d’ingente valore (autovetture), ovvero per eseguire transazioni in cambio delle quali ricevevano denaro dai commercianti collusi.

Le indagini del personale della  Sottosezione Polizia Stradale di Susa hanno accertato una fitta rete di collegamenti fra i nigeriani, che gestivano l’attività illecita, e numerosissimi commercianti collusi presso i quali venivano eseguite le illecite transazioni. In questo caso il gestore dell’esercizio commerciale, e quindi del POS, si accordava con i sodali consentendo loro di eseguire una o più operazioni con carte di credito, per importi solitamente molto elevati, talvolta senza la corresponsione di beni o servizi ed in cambio riceveva una percentuale delle transazioni andate a buon fine. In questo modo il sodalizio monetizzava transazioni con carte di credito che solitamente venivano eseguite a fronte dell’acquisto di beni o servizi.

Nel corso dell’operazione sono state sequestrate 8 autovetture rubate e di sono stati accertati 263 episodi concernenti il fraudolento utilizzo carte di credito (oltre 620.000,00 € di operazioni fraudolente andate a buon fine e oltre 2.500.000,00 € di operazioni fraudolente complessivamente tentate).