Operazione "Trinacria": a Udine la Polizia arresta dieci persone

Roberto Imbastaro

La Polizia di Stato di Udine, unitamente a personale dell’Arma dei Carabinieri, ha arrestato dieci persone, in parte residenti in Friuli ed in parte in Sicilia, nonché recuperato  beni sottratti per oltre 3 milioni di Euro.

L’indagine, denominata “Trinacria”, condotta dalla locale Squadra Mobile e dal Nucleo Investigativo dei Carabinieri, ha avuto origine a seguito della rapina avvenuta  il 03.06.2014 presso una banca  di Cervignano del Friuli (UD), circostanza nella quale sono stati sottratti beni per oltre 3 milioni di Euro, in larga parte riconducibili al c.d. “Tesoro di San Vito”, di proprietà della parrocchia di Marano Lagunare.

I primi arresti sono stati eseguiti in data 5 novembre 2014, quando sette persone appartenenti al gruppo in esame sono state fermate mentre stavano definendo i dettagli di una nuova, imminente, rapina da effettuarsi nel Capoluogo friulano.

Altre tre misure cautelari, tra le quali quella eseguita nei confronti del “basista” del gruppo, sono state eseguite nel mese di dicembre 2014.

L’indagine, che ha inoltre consentito il sequestro di sei autovetture, si è conclusa con il rinvenimento di due statuette del 1300 appartenenti al Tesoro di San Vito, ritrovate nel letto del fiume Ledra, in località San Daniele del Friuli (UD), laddove erano state occultate da uno degli indagati. Altra refurtiva è stata recuperata nella provincia di Catania.