"Operazione Tuna": a Trento la Polizia ha smantellato una banda specializzata in furti alimentari

Roberto Imbastaro

La Polizia di Stato di Trento ha smantellato una banda specializzata in ingenti furti di alimentari. Le indagini hanno avuto inizio a maggio 2014, dopo il furto avvenuto a Borghetto di Avio ai danni di una ditta di commercio all’ingrosso di tonno.

Dopo 6 mesi di indagini, la Squadra Mobile di Trento,  in collaborazione con quella di Foggia, ha definitivamente bloccato una banda di dieci persone specializzata in furti di consistenti dimensioni:  14 aziende del Centro e Sud Italia colpite nell’ultimo anno per un valore complessivo di un milione di euro. Tutti furti pensati per bottini a partire da 50 mila euro, arrivando a punte di 250 mila: cifre che in qualche caso hanno messo in grave crisi le aziende colpite. La merce, prevalentemente generi alimentari, doveva finire in questo periodo direttamente sulle tavole natalizie. Costante la modalità utilizzata: fissato l’obbiettivo veniva individuato un ricettatore interessato e, dopo una serie di sopralluoghi, parte del gruppo preparava la refurtiva. Una volta pronta, veniva fatto entrare il camion frigo, caricava tutto in un’ora al massimo e portava direttamente all’acquirente.