“Operazione Valon” : 23 ordinanze di custodia cautelare

Tiziana Montalbano

La Polizia di Stato di Gorizia  con il coordinamento del Servizio Centrale Operativo e dell’Interpol, ha eseguito 23 ordinanze di custodia cautelare a Gorizia, Milano, Salerno, Varese e Bolzano, per associazione a delinquere  per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.In particolare a seguito delle indagini iniziate nel 2009  su un piccolo gruppo di curdi – iracheni presenti a Gorizia, veniva individuata una struttura criminale che dall’Iraq gestiva un flusso costante di immigrazione clandestina.A seguito delle indagini gli investigatori hanno intercettato le utenze delle c.d. “agenzie” operanti in Iraq e della cellula greca che, da Atene, coordinava gli imbarchi dei veicoli su cui erano nascosti i curdi, spesso muniti di documenti falsi. I traghetti partivano dai porti greci e raggiungevano quelli italiani di Bari, Brindisi, Ancona e Venezia. In Italia, apposite cellule operavano a Bari, Roma, Bolzano e Milano, in contatto tra loro, e coordinavano l’arrivo degli extracomunitari e del  loro trasferimento nel Nord Europa.Per gestire gli accordi  venivano pagate cospicue somme di denaro dai parenti con cifre varianti tra i 1.500 e i 3.000 euro a personaDurante l’operazione sono state eseguite numerose perquisizioni in tutto il territorio nazionale.