Ordinanza Sindacale sulla somministrazione di bevande: l’attività della Polizia Locale

redazione

Anche sabato la Polizia di Roma Capitale ha operato per controllare il rispetto dell’Ordinanza Sindacale n.103 che regola la somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche: le attività, portate avanti in tutti i municipi, hanno permesso di effettuare 379 controlli, durante i quali sono stati multati 16 esercenti (che non avevano esposto l’avviso dell’Ordinanza) e 21 avventori.

Come nella serata di venerdì i controlli sono scattati in tutti i municipi, soprattutto al Centro, Prati, Parioli, Marconi, Eur, Mare e Torri. Al centro storico, dalle 22:00, gli agenti hanno operato dapprima a Corso Vittorio Emanuele, poi in maniera capillare a Campo De’ Fiori, una delle piazze più visitate da giovani e turisti.

In presenza del Comandante del Corpo, tutta la piazza è stata verificata per controllare l’avvenuta affissione degli avvisi multilingua: grazie anche all’attività di informazione dei giorni scorsi, moltiplicata peraltro ieri dai media, molti esercizi avevano provveduto a posizionare correttamente i cartelli.

La disponibilità di altre fotocopie fornite dalle pattuglie sul posto ha addirittura scatenato una “corsa” da parte dei gestori a chiedere altre copie per aggiungerle a quelle già affisse. Cinque esercenti sono stati comunque multati.

Per quanto riguarda gli avventori, molti sono stati i giovani controllati, molti dei quali seduti sulle scalette sotto la statua di Giordano Bruno: 8 di essi, colti a bere in bottiglie di verto, sono stati multati con 150 Euro.

Durante la serata uno dei giovani è stato assistito dagli agenti, perché aveva assunto una grossa quantità di alcoolici.

I controlli complessivi in questo fine settimana, uniti a quelli di venerdì sera, hanno superato il numero di 500 in due giorni.

I successivi, in occasione dei quali sarà sempre più difficile invocare l’alibi della mancata conoscenza della vigenza dell’Ordinanza, saranno programmati affinché ci sia la massima copertura, soprattutto nelle aree interessate dalla “movida” serale.