Pendolari del crimine tra Catania e Trento

Roberto Imbastaro

Come tanti onesti lavoratori costretti a trasferirsi al nord per arrivare alla fine del mese, partivano in auto ogni lunedì mattina e rientravano a casa dalle famiglie per il week-end. Perfetti travet del crimine scoperti da un’indagine della Squadra Mobile di Trento che ha portato all’individuazione di questa banda di catanesi che si muovevano da “pendolari” partendo da Catania il lunedì alla volta del nord Italia, dove effettuavano le rapine, per poi rientrare in Sicilia per il fine settimana. L’operazione, che ha visto la collaborazione anche delle Squadre Mobili di Catania, Messina e Ascoli Piceno, ha portato così all’arresto di due catanesi responsabili di due rapine avvenute a Trento nel mese di aprile. Uno dei due, arrestato a Fermo (AP), era anche latitante, in quanto aveva ricevuto un provvedimento restrittivo per un’altra rapina avvenuta quasi un anno fa.