Polizia: blitz ad Alessandria contro prostituzione tailandese

Red

La Polizia di Stato di Alessandria ha eseguito 19 Misure Cautelari di cui 15 in carcere per i delitti di associazione per delinquere, favoreggiamento all’immigrazione clandestina e sfruttamento della prostituzione.L’indagine condotta dalla Squadra Mobile alessandrina, ha riguardato diverse “case d’appuntamento” gestite da tailandesi che sfruttavano giovanissime connazionali.L’organizzazione criminale si occupava di tutto: dall’ingresso clandestino delle giovani da avviare alla prostituzione, alla loro collocazione in appartamenti ed alberghi, alla “pubblicità” ed ai rapporti con i clienti, gestendo il “ricambio” delle donne che venivano collocate anche tra le province di Pavia e Pordenone.Gli ulteriori sviluppi investigativi hanno permesso di  localizzare in Thailandia un’agenzia, legata alle indagate, che favoriva l’ingresso in Italia delle ragazze, procurando loro “visti turistici” per la Svezia e false prenotazioni presso alberghi italiani, in modo da rendere regolare la loro presenza sul territorio nazionale, in quanto in transito. Durante l’operazione è stato sequestrato numeroso materiale contabile e riferimenti telefonici, nonché  rilevanti somme di denaro.