Polizia, pedofilo italiano arrestato in Croazia

Tiziana Montalbano

La Polizia di Trieste ha arrestato, dopo lunghe ricerche in Italia e all’estero, un cittadino italiano di 73 anni, in esecuzione di un mandato di arresto internazionale per la condanna definitiva a dieci anni di carcere per violenza sessuale su minore. Gli investigatori della Squadra Mobile di Trieste, dopo oltre un mese di indagini condotte con intercettazioni telefoniche, hanno individuato il latitante in Croazia nei pressi della cittadina di Umago. In stretto raccordo con la polizia croata e con il coordinamento dell’Interpol, i poliziotti  hanno rintracciato l’uomo ieri mattina in una vecchia roulotte alla periferia dell’abitato di Tor nei pressi di Umago, diventato il suo covo dopo l’emissione del mandato di cattura internazionale emesso a suo carico. Al momento dell’arresto il 73enne, originario di Siracusa ma residente da diversi anni a Trieste, non ha opposto resistenza agli agenti della polizia italiana e croata, che su disposizione del Tribunale di Pola (Croazia), lo accompagnavano nella tarda serata di ieri  nel carcere di Zagabria. L’arrestato era stato condannato nel 2006 per aver compiuto dal 1999 al 2004 continui atti di violenza sessuale sul nipote all’epoca dei fatti di appena sei anni. Nei prossimi giorni verrà avviata la procedura di estradizione da parte del Ministero della Giustizia italiano, dopo la convalida dell’arresto da parte dell’autorità giudiziaria croata.