Polizia: sequestrato nel tarantino ingente patrimonio mafioso

Roberto Imbastaro

La Polizia di Stato ha proceduto questa mattina al sequestro di tutti i beni riconducibili a un noto pregiudicato tarantino, già agli arresti per associazione per delinquere di stampo mafioso, usura ed estorsione. 

 

Le indagini condotte dagli uomini della Squadra Mobile della Questura di Taranto e dai militari della Guardia di Finanza hanno consentito di ricostruire il patrimonio mobiliare ed immobiliare in possesso al pregiudicato, dimostrando inoltre che tutti i beni a lui attribuiti costituivano il reimpiego di proventi derivanti da varie attività illecite.

 

Nell’ ingente patrimonio, stimato per un valore complessivo di circa un milione e mezzo di euro, rientrano le quote societarie di alcuni esercizi commerciali adibiti a bar e ristorazione, unitamente ai patrimoni aziendali consistenti in autovetture, licenze, conti correnti,depositi, titoli, polizze assicurative ed altro, direttamente riconducibili al pregiudicato e alla sua famiglia, o attraverso suoi prestanome.