Reggio Calabria: 4 arresti per l’attentato in Procura

Massimo Scambelluri

Alle prime ore di oggi agenti della Squadra Mobile di Reggio Calabria e del Servizio Centrale Operativo di Roma, hanno arrestato 4 persone responsabili degli attentati consumati il 03 gennaio 2010 presso gli uffici della Procura Generale della Repubblica di Reggio Calabria, il 26 agosto 2010 presso l’abitazione del dott. Salvatore Di Landro, Procuratore generale della Repubblica presso la Corte d’appello di Reggio Calabria. Agli stessi viene inoltre contestata la responsabilità per l’atto intimidatorio consumato in pregiudizio del dott. Giuseppe Pignatone, Procuratore Distrettuale Antimafia presso il Tribunale di Reggio Calabria, quando fu rinvenuto un bazooka nei pressi del CE.DIR., sede della Procura della Repubblica. Tre dei quattro arrestati si trovavano già detenuti per reati associativi, il quarto è stato fermato nel capoluogo reggino. A tutti è stata notificata l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP di Catanzaro su richiesta della Procura della Repubblica  DDA di Catanzaro. L’esecuzione di una delle tre ordinanze è stata delegata al Comando Provinciale dei Carabinieri di Reggio Calabria.