Reggio Calabria: operazione contro la mafia

Roberto Imbastaro

La Polizia di Stato di Reggio Calabria  sta eseguendo cinque ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di altrettanti affiliati alle cosche “Cataldo” di Locri, “Bruzzese-Fuda-Andrianò” di Grotteria e “Alvaro” di San Procopio, ritenute responsabili di associazione mafiosa, estorsione aggravata, intestazione fittizia di beni ed illecita concorrenza con violenza e minaccia. L’inchiesta, condotta dalla Squadra Mobile di Reggio Calabria unitamente al Commissariato di Siderno (RC) è coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria.