Rimini, Polizia "Operazione Titano"

Roberto Imbastaro

La Polizia di Stato di Rimini ha eseguito 29 provvedimenti restrittivi nei confronti di soggetti italiani e stranieri ritenuti responsabili di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, spendita di banconote false, estorsione e porto abusivo di armi.

L’operazione, denominata “Titano”, ha permesso agli investigatori della Squadra Mobile di Rimini in collaborazione con le Questure di Milano, Ancona, Ravenna, Pesaro ed Agrigento, di sequestrare oltre un chilo di cocaina e 23mila euro di banconote false.

Nel contesto dell’operazione, avendo constatato nel corso delle indagini il suo utilizzo anche quale “piazza privilegiata” per l’attività di spaccio, è stato notificato ai proprietari di un noto locale notturno di Rimini, che risultano fra gli indagati, un decreto di chiusura per 30 giorni dell’attività ex art. 100 Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza.