Salerno: operazione della Polizia di Stato

Eugenia Scambelluri

La Polizia di Stato di Salerno coadiuvata dalle Squadre Mobili di Salerno, Napoli, Brescia, Vicenza e Messina, ha eseguito nelle Provincie di Salerno, Napoli, Brescia, Vicenza e Messina, un’ordinanza di applicazione di misura cautelare nei confronti di 24 persone. Per 11 indagati è stata disposta la custodia cautelare in carcere, per gli altri sono stati disposti gli arresti domiciliari o l’obbligo di dimora e di presentazione alla PG.

L’attività investigativa ha consentito di contestare agli  indagati, a vario titolo, i reati di associazione per delinquere, truffa,  appropriazione indebita, ricettazione perché, in esecuzione di un medesimo disegno criminoso, si associavano tra loro, per commettere molteplici reati in danno di svariate aziende operanti sul territorio nazionale ed internazionale, mediante l’utilizzo di società di trasporto fittizie o adoperando le credenziali di società di trasporto effettivamente esistenti ed accreditate sui borsini di trasporto denominati "Teleroute" "Timocom" " Cargoagent" etc., attraverso l’utilizzo di indirizzi di posta elettronica, artatamente creati, si aggiudicavano trasporti di merce che non veniva mai recapitata al legittimo destinatario, rivendendo successivamente i predetti carichi attraverso una fitta rete di ricettatori che operavano su tutto il territorio nazionale ed internazionale.  Il danno provocato dal sistema fraudolento creato era di notevolissimo rilievo.