Sempla e il Centro Studi Grande Milano

la redazione

In occasione del workshop “La sicurezza dei dati nelle Imprese. Tra privacy ed efficienza”, tenutosi lo scorso 6 luglio presso Palazzo Affari ai Giureconsulti a Milano, si sono date appuntamento Imprese e Istituzioni per condividere punti di vista ed esperienze specifiche sul tema della sicurezza. 

Ridurre al minimo i rischi correlati all’intenso utilizzo delle reti informatiche e delle telecomunicazioni è di fondamentale importanza per le aziende che vogliono correttamente affrontare la questione della sicurezza dei propri dati. In qualità di Coordinatore del Dipartimento Tecnologie e Processi Informativi del Centro Studi Grande Milano, Dante Laudisa, Vice President di Sempla, ha moderato gli interventi delle aziende partecipanti, coadiuvato da Gualtiero Dragotti, Vice Presidente del Dipartimento Centro Studi Anticontraffazione.  

In questo stimolante contesto, nel corso dei diversi interventi, si sono affrontate tematiche di rilevanza strategica in termini di business, come ad esempio l’importanza della definizione di codici di comportamento comuni in materia di sicurezza dei dati, dei processi e delle informazioni, il controllo costante sui dati, la trasparenza delle comunicazioni e dei processi dei sistemi di controllo.

Alternandosi nell’offrire una visione diversificata delle competenze maturate nella vasta area della sicurezza aziendale, i relatori hanno delineato la propria visione in materia, sottolineando come la preventiva definizione degli asset possa generare efficienza, opportunità di cost-saving e sviluppo economico, sempre nel rispetto della privacy. 

Entrando più nel dettaglio, nel corso del Workshop si è parlato di cloud-computing e delle conseguenti normative in ambito legislativo, di modelli di sicurezza orientati al business e agli asset strategici, di come aumentare l’efficacia operativa riducendo i rischi aziendali e della priorità di implementare la collaborazione con le forze dell’ordine. Proseguendo nel merito delle tematiche affrontate, si è parlato della necessità di porre particolare attenzione al controllo dei costi e della sicurezza documentale dei materiali stampati e della prevenzione dei furti di informazione, della cosiddetta “consumerization”, ossia dell’aumentato utilizzo professionale di dispositivi mobili personali e della conseguente importanza del ruolo dell’IT manager nella gestione della sicurezza dei dati che viaggiano su numerosi modelli di device, della tracciabilità e dei sistemi di anticontraffazione, dei reati informatici affrontati quotidianamente dalla polizia postale, e di molto altro ancora.

Paolo Frixione, Amministratore Delegato di Nacon – società entrata recentemente a far parte del gruppo Sempla – ha illustrato la necessità per le aziende di passare a processi informatizzati e ingegnerizzati, e l’importanza di procedere alla digitalizzazione dei documenti e all’adozione e alla gestione sicura di soluzioni di Enterprise Content Management (ECM) che siano integrati con i sistemi informativi aziendali.

Sono troppi, infatti, i dati e i documenti aziendali non strutturati e non integrati all’interno dei sistemi ERP, ed è ancora troppo scarso il controllo dei processi e la standardizzazione di informazioni e procedure condivise. Nell’implementazione di un sistema ECM in grado di garantire la messa in sicurezza dei dati, le aziende dovranno dotarsi di una soluzione evoluta di profilazione degli accessi, di gestione delle utenze e dei gruppi, e di check-in/check-out dei documenti condivisi. 

Infine, anche grazie alla partecipazione di autorevoli rappresentanti del mondo delle istituzioni e delle forze dell’ordine, è stata posta all’attenzione della platea la necessità di prevedere attività di sensibilizzazione degli utenti volte alla creazione di un tessuto di informazioni sui comportamenti da utilizzare in rete e nella condivisione delle informazioni personali.

Altrettanto fondamentale in un contesto sempre più caratterizzato da una “criminalità net-centrica”, sarà l’attivazione di meccanismi di controllo sempre più efficaci capaci di salvaguardare nello stesso tempo la sicurezza e la privacy delle persone. 

 

”Con questa iniziativa, il Dipartimento Tecnologie e Processi Informativi,   presieduto da Sempla, rinnova il proprio impegno nel proporre momenti di riflessione e stimoli importanti sui temi che interessano il mondo business”, ha dichiarato Dante Laudisa, Vice President di Sempla. “La sicurezza dei dati, argomento affrontato oggi con pragmatismo e realismo, è un argomento che investe tutte le Imprese, in particolare, con l’utilizzo della rete Internet e l’adozione sempre più massiccia dei mobile device, la domanda di sicurezza e protezione dati è in costante aumento a causa dell’accelerazione dei problemi riguardanti le fughe di dati con conseguenti danni reputazionali.

Il Workshop ha fornito un quadro sinottico dei vari punti di vista espressi dai relatori, dove l’obiettivo principale è stato quello di evidenziare modelli, processi, tecnologia e vincoli normativi che attraversano pervasivamente ormai il nostro modo di vivere l’azienda e il nostro privato".