Sempre più cocaina a Gioia Tauro

Giovanni De Roma

Un ingente sequestro di cocaina purissima (235 kg.) è stato effettuato dai finanzieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria che hanno intercettato il carico presso lo scalo portuale di Gioia Tauro (RC).

La droga era caratterizzata da un elevatissimo grado di purezza ed era stata occultata all’interno un carico di banane provenienti dall’Ecuador.

Gli incroci documentali che le fiamme gialle e il personale delle dogane eseguono di continuo sulle merci provenienti da rotte considerate “a rischio” e le modernissime apparecchiature scanner a disposizione, hanno comunque permesso di rinvenire quest’ultimo carico di pregiata “polvere bianca” già pronta per rifornire i mercati clandestini.

Il valore della cocaina sequestrata è pari a 47 milioni di euro, e questo già basta a comprendere quali siano gli interessi che la criminalità organizzata calabrese investe nei traffici di droga dai quali trae una larga parte dei propri introiti.

Da notare come con quest’ultimo sequestro salgano ad oltre 1.200 i kg. di cocaina che la Guardia di Finanza di Reggio Calabria ha sottratto alle cosche di ‘ndrangheta negli ultimi 10 mesi.