Smart Tech & Smart Innovation

la redazione

AICA, l’Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico, annuncia, nell’anno del cinquantennale della sua fondazione, il Congresso Annuale 2011, che si svolgerà presso il Politecnico di Torino dal 15 al 17 Novembre e avrà come tema portante  “Smart Tech & Smart Innovation – La strada per costruire futuro”. 

Organizzato in collaborazione con Politecnico di Torino e Fondazione Torino Wireless l’appuntamento metterà a confronto Ricercatori, Docenti, Professional e Manager di Università, Enti di ricerca, Aziende e Istituzioni impegnati nel settore dell’ICT, proponendosi come  catalizzatore delle energie necessarie per costruire un futuro più “intelligente”. 

Ciò facendo leva, in particolare, su tre aree a maggiore impatto sociale, industriale e di stimolo per la ricerca:  l’energia (efficienza energetica e produzione da fonti rinnovabili), la mobilità  e la salute.  Aree caratterizzate da un elevato grado di innovazione e dove l’uso delle tecnologie ICT è  dominante e l’approccio “Smart” può apportare importanti trasformazioni e numerosi vantaggi. 

Il Congresso AICA si tiene ogni anno in una diversa città ed è organizzato sempre con una Università locale. La scelta di portare il congresso 2011 a Torino è motivata da diversi aspetti: prima capitale dello stato italiano nonché sua capitale “tecnologica”, Torino è stata sede dei primi esperimenti di radio, televisione e telefono, ed è inserita in un territorio che ha visto crescere realtà di eccellenza dell’informatica come la Olivetti.

Oggi si presenta come un laboratorio di innovazione industriale e sociale e offre un terreno fertile di sperimentazione per elaborare nuovi modelli di crescita abilitati dalle Smart Technologies. Tali modelli devono avere tre caratteristiche essenziali: essere centrati sull’innovazione di processi e prodotti, essere competitivi nello scenario socio-economico internazionale e, soprattutto, essere capaci di stimolare la ripresa nel contesto della crisi, mantenendo alte le sfide della sostenibilità ambientale ed economica dello sviluppo.  

“Il futuro intelligente che si configura considerando le potenzialità e le applicazioni delle tecnologie smart potrà vedere la luce e svilupparsi in modo utile per la collettività soltanto se si realizzeranno sistematiche interazioni tra i principali attori della ricerca, dell’industria, delle istituzioni e se si godrà della disponibilità di risorse umane dotate di competenze di qualità in grado di governare l’innovazione” ha commentato Rodolfo Zich, Presidente di AICA

AICA si adopera da cinquant’anni per tessere relazioni, mettere in evidenza le innovazioni, offrire alla comunità scientifica, aziendale e istituzionale strumenti per comprendere le tendenze ed evoluzioni del mondo ICT e per ricercare o creare al proprio interno le competenze necessarie a gestire l’innovazione e lo sviluppo tecnologico.

“In questo senso, ed in particolare per questo tema scelto per il 2011” ha poi dichiarato Zich “ritengo che il Congresso sarà un appuntamento unico in cui si potranno mettere a confronto tutti i protagonisti attuali o potenziali del percorso verso un mondo più “smart”.

 "L’informatica e più in generale le ICT si sta dimostrando sempre più la tecnologia per innovare processi e prodotti verso un mondo che ci circonda, di elementi inanimati intelligenti.

L’innovazione richiede tuttavia un approccio olistico dove le vari componenti di dominio si correlano e intrecciano con le tecnologie abilitanti. Solo da un approccio di questo tipo si possono ottenere risultati virtuosi per il settore della ricerca e dell’industria" sostiene Marco Mezzalama, Chair del Congresso AICA 2011 e Professore Ordinario di Sistemi di Elaborazione presso il Politecnico di Torino.