Thailandia: attentati islamisti nel sud del Paese

eugenia Scambelluri

Islamisti in azione anche in Thailandia, dove sette persone sono rimaste uccise e altre 22 ferite a causa dell’esplosione di una serie di ordigni nelle province meridionali del paese asiatico, dove operano i ribelli separatisti islamici. Una serie di esplosioni programmate con cura, con ben 31 ordigni che hanno causato morti nelle provincie di Yala, Pattani, Narathiwat e  Songkhla, mentre vari incendi sono stati appiccati nella notte tra martedì e mercoledì. Tra le vittime degli attentati ci sono 5 militari e 2 civili, rimasti uccisi nelle  esplosioni, mentre altri 10 militari e 12 civili sono rimasti feriti.