Tre italiani adescano un minore in rete

Eugenia Scambelluri

La Polizia Postale di Trento, in collaborazione con quella della Toscana e della Sicilia Orientale, ha eseguito 3 ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di tre cittadini italiani per aver adescato una minore in rete. Le indagini  del Compartimento Polizia Postale di Trento sono partite ad ottobre scorso in seguito alla segnalazione di una bambina di 13 anni che, accompagnata dalla mamma, ha raccontato agli investigatori che dopo essersi iscritta ad alcuni social network, aveva ricevuto molte richieste del proprio numero di cellulare e alcuni internauti l’avevano convinta ad inviare sue immagini senza indumenti. In seguito a numerose perquisizioni sul territorio nazionale e al sequestro di materiale telematico ai soggetti che erano in contatto con la minore, sono emerse particolari responsabilità a carico di  tre cittadini italiani di età compresa fra i 32 e 40 anni, residenti in Sicilia, Toscana e Veneto.