Tyco analizza il futuro della sicurezza alla 14ma conferenza europea ASIS

redazione

Tyco Integrated Fire & Security (IFS), azienda leader nella fornitura di soluzioni di sicurezza integrate, ha condiviso la propria visione sugli sviluppi della tecnologia dedicata alla sicurezza nel corso della 14ma European Security Conference and Exhibition di ASIS, svoltasi a Francoforte dal 29 al 31 marzo.

Roland Billeter, presidente di Tyco IFS Continental Europe, è stato tra i CEO che hanno preso parte al dibattito sul tema “The Future of Security Technology”, fornendo il suo punto di vista sull’effetto domino che sicurezza integrata, Internet of Things (IoT) e biometrica avranno su sull’intero settore. 

“Le aziende stanno cercando di integrare dati e sistemi di sicurezza, connettendo tutte le piattaforme e i dispositivi per rendere più fluidi ed efficienti i processi”, ha esordito Billeter. “Il mercato della sicurezza, specialmente nell’area delle tecnologie integrate e del Physical Security Information Management (PSIM), sta crescendo quasi del 20 percento ogni anno e, per continuare a offrire eccellenti livelli di servizio ai clienti, le security company devono fornire molto più che semplici prodotti per stare al passo con l’evoluzione della tecnologia. In passato, le principali aziende di sicurezza guardavano al mercato per capire cosa funzionava e cosa no. Oggi non basta più. Clienti e security vendor devono collaborare per offire soluzioni semplici e flessibili che siano in grado di risolvere problemi concreti in qualsivoglia ambiente”.

Tyco continua a espandere la sue competenze IoT conTyco ON, una piattaforma software che aggrega e analizza i sensori fisici con altri dati di sistemi differenti, inclusi quelli aziendali, per ottenere informazioni più puntuali e garantire prestazioni migliori. “Stiamo preparando il terreno per il futuro della connettività di tutti i device, tecnologie e processi”, ha aggiunto Billeter. Secondo i dati dell’“IoT Market Forecast” di IDC il valore garantito dall’IoT nei diversi mercati passerà da $1,9 miliardi a $7,1 miliardi a livello globale entro il 2020. Gli esperti hanno condiviso la propria analisi sul settore della biometria, ancora agli albori. Billeter prevede che lo sviluppo di tecnologie user-friendly e non invasive proseguirà, ma solo se strettamente correlate a edifici e infrastrutture critiche. Dato che l’IoT è in fase di maturazione e le applicazioni tecnologiche diventano sempre più sofisticate, aumentano le nuove sfide legate alla protezione dei dati dei clienti, nonché la loro vulnerabilità. “Il nostro dovere di security vendor è quello di proteggere l’integrità dei sistemi di sicurezza e dei dati”, ha concluso Billeter.

Oltre a Billeter hanno preso parte al dibattito Dirk Bürhaus, Managing Director di Kötter Services e Ruben Wegman, CEO di Nedap Security Management.

Commentando la partecipazione di Tyco all’edizione di quest’anno, Rolland Billeter afferma: “La conferenza ASIS riunisce i professionisti dei principali security vendor europei per consentire loro di condividere le proprie preoccupazioni e discutere delle problematiche comuni che affliggono l’industria. Ho avuto il privilegio di dare il mio contributo all’agenda dell’evento”.

La conferenza European Security Conference and Exhibition di ASIS fornisce una matrice di apprendimento esclusiva agli ospiti provenienti da settori eterogenei per entrare in contatto con persone affini e partecipare a numerosi sessioni formative, interventi e attività di networking.

“Collaboriamo con ASIS da diversi anni, supportandone le conferenze”, aggiunge Billeter. “Le informazioni e la qualità degli interventi rappresentano un asset di valore per la nostra azienda e Tyco, in qualità di leader del settore, si impegna a favorire il dialogo in questo ambito per migliorarlo e ottimizzarlo”.