Varese: 16 arresti per traffico sostanze stupefacenti

Redazione

Dalle prime luci dell’alba è in corso una vasta operazione della Polizia di Stato di Varese, per l’esecuzione di nr.16 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di 11 cittadini italiani e 5 cittadini stranieri.L’operazione è stata denominata “Nazca” dal nome di una città del Perù da dove venivano importati ingenti quantitativi di cocaina attraverso corrieri che trasportavano lo stupefacente da Lima a Malpensa e/o Linate per destinarlo ad una fitta rete di spacciatori tra  Milano e Varese. La cocaina veniva impastata con silicone, creando una pellicola sottile che poi veniva inserita all’interno di guaine tra la fodera e il tessuto di valigie. L’organizzazione si avvaleva di un basista all’interno dell’aeroporto di Linate, cittadino venezuelano, addetto all’area doganale con l’incarico di fattorino. Attraverso di lui, l’organizzazione si assicurava l’elusione dei controlli delle forze dell’ordine allo scalo aeroportuale. L’attività di indagine, supportata da ausili tecnologici, quali intercettazioni telefoniche ed ambientali, ha permesso di ricostruire l’intera filiera dello spaccio, individuando l’organizzatore in Perù, i suoi collaboratori in Italia e i vari spacciatori. Sono stati effettuati diversi sequestri di sostanze stupefacenti, per quantitativi compresi tra il chilo ed i 6 chilogrammi, in parte sequestrati in Italia, parte in Germania, parte direttamente in Perù alla partenza, in collaborazione con la Polizia Peruviana.Inoltre, grazie alla collaborazione con la Squadra Mobile di Milano che svolgeva una parallela attività investigativa sul conto di altri trafficanti di droga peruviani, veniva individuata la presumibile raffineria della droga a Milano in un negozio di via Padova e sequestrati 100 grammi di cocaina.Conferenza stampa si terrà presso la questura di Varese alle 12.00