World Social Media Day: 7 consigli di Bitdefender per salvaguardare la propria privacy e sicurezza online

Negli ultimi dieci anni, l’uso dei social media è aumentato in modo esponenziale e oggi oltre 4,5 miliardi di utenti attivi possono connettersi in modo istantaneo con familiari e amici, fare affari, acquistare, lavorare e trovare intrattenimento.

Il 30 giugno si celebra il World Social Media Day, un evento globale che sottolinea l’impatto positivo dei social media nel mettere in contatto persone di tutto il mondo e nel garantire una comunicazione senza interruzioni.

Per quanto gli aspetti positivi dei social media sembrino superare quelli negativi riscontrati nell’intero ecosistema digitale, la popolarità delle comunità online attira gli hacker che sfruttano i comportamenti degli utenti per i propri scopi illeciti.

Piattaforme popolari come Facebook, Twitter, LinkedIn e Instagram non sono estranee ad attacchi di social engineering, impostori, danni relativi all’estrazione di dati e violazioni di dati che minacciano la privacy di milioni di utenti ogni giorno. Tuttavia, l’elenco delle minacce non finisce qui. Le piattaforme di social media sono piene di attività fraudolente, tra cui truffe, furti d’identità, stalking e bullismo che possono avere un forte impatto sia a livello finanziario sia sulla propria salute psico-fisica.

In questa dodicesima giornata celebrativa del World Social Media Day, Bitdefender suggerisce dei comportamenti da adottare per sentirsi maggiormente al sicuro e continuare a godere dei vantaggi delle piattaforme di social networking.

Sette sono i consigli per la sicurezza sui social network di Bitdefender da considerare quando si usa o ci si iscrive a nuove comunità online:

1. Gestire la privacy –  Trovare il tempo per rivedere le impostazioni di privacy e sicurezza di tutte le piattaforme di social media in uso. Ogni piattaforma ha impostazioni diverse per aiutare i propri utenti a controllare chi può vedere, reagire o commentare i contenuti che si condividono.

2. Prestare attenzione alla propria reputazione online – Tutte le interazioni sui social media lasciano una traccia digitale che potrebbe danneggiare il modo in cui gli altri percepiscono la propria immagine online. Per proteggere la propria reputazione online e assicurarsi il successo nella carriera o nell’istruzione,  occorre pensarci bene prima di pubblicare materiale poco

opportuno o sgradevole.

3. Proteggere le proprie informazioni personali – Non fornire informazioni personali sui siti web dei social media. Gli hacker possono usare il numero di telefono, l’indirizzo e-mail, la data di nascita e altre informazioni per prendere di mira un utente ignaro. Più informazioni si pubblicano, più è facile per i truffatori o stalker colpire l’utente.

4. Utilizzare password forti e attivare l’autenticazione a due fattori: questo consiglio dovrebbe essere scontato per tutti gli account online. Utilizzare password uniche per ogni piattaforma di social media e non utilizzare mai identificativi personali quando vengono impostate. Si può optare per un gestore di password dedicato che aiuti a creare e memorizzare password che soddisfino i più alti standard di sicurezza.

5. Utilizzare una soluzione di sicurezza per il proprio dispositivo – La propria privacy e sicurezza sui social media iniziano con un dispositivo sicuro. Sia che si utilizzi uno smartphone, un tablet o un PC, una soluzione di sicurezza può proteggere da attacchi e bloccare il phishing e le truffe che prendono di mira gli utenti o i propri dati sui social media. Da una ricerca di Bitdefender, risulta che  quasi il 35% dichiara di non utilizzare soluzioni di sicurezza sui propri telefoni cellulari.

6. Segnalare utenti e comportamenti sospetti – Segnalare sempre alla piattaforma di social media comportamenti minacciosi, post che rivelano truffe. Se ci si sente in pericolo o si pensa che altri possano esserlo, contattare immediatamente le forze dell’ordine. In caso di molestie o minacce, bloccare immediatamente i malintenzionati e conservare una copia della corrispondenza.

7. Diffidare della corrispondenza non richiesta e degli annunci “troppo belli per essere veri”- I social media sono tutti incentrati sulla condivisione e sulla comunicazione. I link ricevuti tramite la messaggistica istantanea possono far parte di una campagna di phishing o di una truffa. Per proteggere i propri dati e il proprio denaro, controllare tutte le forme di comunicazione non richieste attraverso le piattaforme e le app dei social media, soprattutto se provengono da sconosciuti.