26.5 C
Roma
mercoledì, 17 luglio 2019

Viabilità 04 gennaio 2019 ore 09.15

Continua il monitoraggio di Viabilità Italia circa l’evolversi delle situazioni meteo e della circolazione in relazione alle precipitazioni nevose che sono in atto in Abruzzo, Molise e nelle zone collinari di Marche, Puglia Settentrionale, Basilicata e Calabria.

ANITA: incredibili le ordinanze di blocco dei TIR per l’emergenza neve nel Sud-Italia

Come avvenuto anche in passato, alle prime avvisaglie di precipitazioni nevose, diverse Prefetture delle aree coinvolte - secondo i bollettini meteo diramati dal Dipartimento della Protezione civile - hanno emanato prontamente ordinanze di blocco della circolazione dei mezzi pesanti sulle strade di competenza, siano esse statali o provinciali fino ad includere gli stessi caselli autostradali, il tutto in assenza di precipitazioni nevose.

Viabilità Italia del 3 gennaio

Viabilità Italia è riunita per seguire l’evolversi delle condizioni meteorologiche avverse, segnalate dal Dipartimento della Protezione Civile, già nei giorni 1 e 2 gennaio uu.ss., con precipitazioni nevose che interessano e interesseranno nelle prossime ore le zone appenniniche del Centro-sud Italia, segnatamente sul versante adriatico con quote neve fino a livello del mare, nelle regioni Marche, Abruzzo, Molise, Puglia e Calabria.

ACI: frenata a dicembre per passaggi di proprietà e radiazioni

Chiusura d’anno in frenata per il mercato dell’usato. I passaggi di proprietà delle automobili, al netto delle minivolture (trasferimenti temporanei a nome del concessionario in attesa della rivendita al cliente finale), a dicembre hanno registrato un lieve incremento mensile dell’1,4%, che tuttavia scende in territorio negativo in termini di media giornaliera (-3,9%) per via della presenza di una giornata lavorativa in più rispetto al corrispondente mese del 2017.

Ford punta sull’elettrificazione e l’ambiente, sperimentando, anche a Colonia, i Transit Custom Plug-In Hybrid

Ford ha annunciato l’estensione, nella città di Colonia, del progetto finalizzato a migliorare la qualità dell’aria, grazie all’introduzione di veicoli commerciali ibridi Plug-In (PHEV) sui percorsi urbani.

La Polizia Stradale fa il bilancio del 2018

L’andamento del fenomeno infortunistico, rilevato da Polizia di Stato ed Arma dei Carabinieri al 16 dicembre 2018, ha fatto registrare (senza i dati della Polizia Municipale), rispetto al 2017, un lieve aumento nel numero complessivo degli incidenti (71.880, +1,2%) ed un calo di quello delle persone ferite (47.104, -0,6%), dall’altro ha espresso un’inversione di tendenza relativamente all’incidentalità con conseguenze mortali, con un deciso decremento dei sinistri del 4,2% (1.439, meno 63) e una più modesta diminuzione delle vittime dell’1,2% (tra i 1.618 deceduti - 20 in meno del 2017 – sono comprese le 43 vittime del crollo del ponte Morandi a Genova).

Ford lancia la campagna “Ecotassa NO, Ecoincentivi SI” in vista dell’entrata in vigore dell’Ecotassa...

Il parco circolante italiano è pari a circa 37 milioni di autovetture e di queste circa 13 milioni sono ormai “maggiorenni” ed hanno quindi una anzianità superiore ai 18 anni.

Ford pubblica il Report annuale sui Trend 2019

Il cambiamento non è mai cosa semplice, ma mentre un terzo degli adulti, in tutto il mondo, si definisce spaventato al riguardo, l’86% afferma di credere che sia la speranza, in realtà il motore del cambiamento stesso.

Aci-Istat: incidenti stradali primo semestre 2018: diminuiscono incidenti (-3%), morti (-8%) e feriti (-3%)

Migliorano gli indicatori della sicurezza stradale in Italia. Le stime ACI-ISTAT - basate sui dati preliminari relativi al primo semestre 2018 - evidenziano un calo, rispetto allo stesso periodo del 2017, sia di incidenti con lesioni (-3%), che di vittime (-8%) e feriti (-3%). Dal 1° gennaio al 30 giugno scorso, gli incidenti sono stati 82.942 (in media, 460 al giorno: 19 ogni ora), hanno causato 1.480 morti (8 al giorno: 1 ogni 3 ore) e 116.560 feriti (645 al giorno: 27 ogni ora).

Convegno nazionale “La sicurezza stradale: tra esigenze di sicurezza, tecniche investigative e tutela amministrativa”

A due anni dall’entrata in vigore della legge 41/2016, che ha introdotto le nuove fattispecie di reato di omicidio stradale e lesioni personali stradali, la Polizia di Stato ha tracciato un bilancio sull’attuazione della recente normativa e delle nuove tecniche investigative per l’accertamento dei reati, attraverso l’intervento di docenti universitari, magistrati, avvocati,