Netskope Proactive DEM offre funzionalità di gestione dell’esperienza utente nell’intera architettura SASE di Netskope

Netskope, leader Secure Access Service Edge (SASE), ha annunciato il lancio di Proactive Digital Experience Management (DEM) per SASE, che eleva le migliori pratiche dagli attuali strumenti di monitoraggio reattivo alla gestione proattiva dell’esperienza utente. Proactive DEM offre funzionalità di gestione dell’esperienza nell’intera architettura SASE di Netskope, inclusi Netskope Intelligent SSE, Netskope Borderless SD-WAN e l’infrastruttura globale Netskope NewEdge.

La tecnologia di gestione dell’esperienza digitale (Digital Experience Management) è diventata sempre più importante nel contesto della trasformazione digitale del business, con le organizzazioni che cercano di migliorare l’esperienza dei clienti e migliorare il coinvolgimento dei dipendenti. Con il lavoro ibrido e l’infrastruttura cloud che rappresentano ormai la norma a livello globale, le organizzazioni incontrano difficoltà nel garantire esperienze coerenti e ottimizzate adempiendo ai rigorosi requisiti di sicurezza.

Gartner prevede che “entro il 2026, almeno il 60% dei leader delle infrastrutture e delle operation (I&O) utilizzerà tecnologie DEM per misurare le prestazioni di applicazioni, servizi ed endpoint dal punto di vista dell’utente, in forte aumento rispetto a meno del 20% nel 2021”. Tuttavia, il monitoraggio di applicazioni, servizi e reti è solo una parte di una moderna esperienza DEM: Netskope Proactive DEM va oltre l’osservazione, fornendo funzionalità basate sul Machine Learning (ML) per anticipare e risolvere automaticamente i problemi.

Sanjay Beri, CEO e co-fondatore di Netskope ha commentato: “Garantire un’esperienza costantemente ottimizzata è essenziale per le organizzazioni che desiderano supportare i migliori ritorni in termini di produttività per gli utenti ibridi e le moderne infrastrutture cloud, ma il monitoraggio da solo non è sufficiente. I clienti ci hanno parlato delle sfide che devono affrontare nella gestione di un ecosistema cloud multi-vendor e quindi abbiamo ancora una volta innovato oltre gli standard di settore, fornendo una gestione dell’esperienza in grado sia di monitorare che di porre rimedio in modo proattivo”.

Per l’identificazione dei problemi, Netskope Proactive DEM combina in modo univoco il monitoraggio sintetico (Synthetic Monitoring) con il monitoraggio degli utenti reali, creando un monitoraggio SMART (Synthetic Monitoring Augmentation for Real Traffic). Ciò consente una visibilità completa dei dati lungo tutto il percorso in modalità “hop-by-hop” e l’identificazione proattiva degli eventi che influiscono sull’esperienza. Il monitoraggio SMART consente alle organizzazioni di anticipare potenziali eventi che potrebbero avere un impatto sull’esperienza della rete e delle applicazioni.

Mentre la maggior parte dei fornitori SASE si affida a un’infrastruttura “gray cloud”, basata su cloud pubblico, che limita la loro capacità di identificare e controllare in modo granulare eventuali problemi, Proactive DEM sfrutta Netskope NewEdge, la più grande infrastruttura cloud privata del settore, per offrire visibilità a 360° e controllo dell’esperienza utente completa lungo tutto il percorso, fornendo al contempo la mitigazione dei problemi, incluso l’utilizzo di vari meccanismi di auto-riparazione, prima che l’utente si renda conto che la propria esperienza è peggiorata.

Le funzionalità di Netskope Proactive DEM includono:

Informazioni predittive con visibilità ad alta definizione:

  • Introduzione del monitoraggio SMART: aumento del monitoraggio sintetico per il traffico reale, che combina il monitoraggio degli utenti reali (RUM – Real User Monitoring) e il monitoraggio delle transazioni sintetiche (STM – Synthetic Transaction Monitoring) per fornire alle organizzazioni una visione completa a 360 gradi delle esperienze digitali degli utenti.
  • Riduzione sia dell’MTTD (tempo medio di rilevamento) che dell’MTTR (tempo medio di risoluzione) con il corretto livello di informazioni predittive e intelligenza utilizzabile.
  • Garanzia di una visibilità reale di tutte e quattro le fasi della transazione:

○ Monitoraggio dello stato di salute e delle prestazioni degli endpoint

○ Visualizzazione hop-by-hop del percorso di connettività dall’utente a Netskope

○ Visibilità reale sulle prestazioni di tutte le funzionalità della piattaforma SASE, comprese le prestazioni del client

○ Monitoraggio della risposta dell’applicazione

  • Identificazione di anomalie nei pattern normali con modellazione basata su machine learning, avvisi azionabili e personalizzati che aiutano a ridurre i falsi positivi degli alert e a semplificare i processi operativi di rete e i tempi di risposta.

Controllo a 360 gradi:

  • La combinazione di soluzioni proattive e attivate dal cliente consente di eliminare o ridurre notevolmente i tempi di impatto dell’incidente.
  • Le funzionalità leggere di monitoraggio degli utenti reali aiutano i team della rete a ottenere visibilità eliminando al contempo gli attriti con i team degli endpoint.
  • Il monitoraggio proattivo delle applicazioni aziendali critiche consente di concentrarsi su ciò che conta di più per le organizzazioni, aiutando i team addetti alle operazioni di rete a semplificare il processo di risoluzione e a ridurre la durata degli incidenti.

Rimedio proattivo:

  • Il rimedio proattivo, prima ancora che l’utente segnali un problema, riduce il carico sugli help desk e sui team addetti alle operazioni di rete.
  • I controlli di routing multilivello ottimizzano in modo proattivo l’esperienza dell’utente identificando il percorso ottimale per le applicazioni critiche;
    • Cambiando proattivamente le decisioni di routing dell’infrastruttura Netskope NewEdge, riducendo la latenza e aumentando le prestazioni delle applicazioni.
    • Selezionando il percorso ottimale dalla piattaforma Netskope SASE all’applicazione o al fornitore di cloud pubblico, aggirando i problemi della rete esterna.
  • Integrazione semplice con la funzionalità client di Netskope Endpoint SD-WAN per l’ottimizzazione delle prestazioni, per applicazioni sensibili al degrado della rete come Zoom e Microsoft Teams.