Vaccino anti Covid, meno sprechi di dosi e ottimizzazione degli appuntamenti grazie a ServiceNow

redazione

ServiceNow (NYSE: NOW), azienda leader nei workflow digitali, attualmente supporta in tutto il mondo la somministrazione del vaccino anti COVID a 20 milioni di persone e oggi annuncia degli aggiornamenti alla soluzione Vaccine Administration Management. L’obiettivo è aiutare ancora di più le organizzazioni a risolvere le sfide legate ai processi di vaccinazione su larga scala e le migliorie della soluzione semplificano ulteriormente la gestione degli appuntamenti e delle scorte di vaccini. 

ServiceNow si impegna perché le  vaccinazioni vengano effettuate nel minor tempo possibile e sono molte le organizzazioni in tutto il mondo che stannoutilizzando la piattaforma ServiceNow per migliorare la distribuzione, la gestione e il monitoraggio delle vaccinazioni, come ad esempio il NHS – National Services Scotland, il Dipartimento della Salute dello Stato del Nord Carolina, ma anche Children’s Minnesota, una delle maggiori organizzazioni pediatriche degli Stati Uniti, che è riuscita a vaccinare 1.400 membri del personale e operatori sanitari in sole 11 ore. 

Più controllo e visibilità sulla pianificazione dei vaccini

Gli ultimi aggiornamenti della soluzione Vaccine Administration Management migliorano il processo di prenotazione e calendarizzazione dei vaccini, fornendo una visibilità maggiore sugli inventari.

Le nuove capacità offrono un controllo maggiore sulle dosi di vaccino disponibili, per gestire al meglio gli appuntamenti in relazione alle scorte, per minimizzare gli sprechi ma anche evitare i casi di overbooking. Molte organizzazioni hanno infatti sofferto lunghi tempi di attesa o hanno dovuto eliminare delle dosi a seguito di appuntamenti cancellati.

Le nuove capacità includono la possibilità di programmare o annullare appuntamenti sulla base delle scorte di vaccini e la gestione dei vari siti dove le vaccinazioni vengono eseguite, utilizzando in tempo reale i dati relativi a persone, operatori, appuntamenti e sedi. 

Le persone che si devono sottoporre alla vaccinazione, inoltre, hanno la possibilità di selezionare uno specifico giorno e ora per l’appuntamento, invece di essere inseriti nel sistema in automatico, oltre alla possibilità di contattare un addetto per chiedere informazioni. ServiceNow sta inoltre studiando la possibilità di effettuare prenotazioni a livello familiare.

“La rapida distribuzione dei vaccini anti COVID è oggi una delle maggiori sfide in termini di workflow”. Ha affermato Mike Luessi, AVP and GM, Healthcare and Life Sciences Industry at ServiceNow. “Lavoriamo a stretto contatto con le organizzazioni per intensificare i loro sforzi legati alle vaccinazioni e aggiungiamo nuove capacità alla nostra soluzione Vaccine Administration Management su base bisettimanale, per soddisfare le necessità di una situazione in perenne evoluzione”.

ServiceNow continua inoltre a innovare l’app Safe Workplace suite, per permettere a tutte le organizzazioni di gestire il ritorno sui luoghi di lavoro in maniera sicura. L’app include ora anche Vaccination Status, che aiuta sia il settore pubblico che privato, a tenere traccia dello stato delle vaccinazioni sui luoghi di lavoro.

Grazie a Vaccination Status, i dipendenti di un’organizzazione possono inviare facilmente la documentazione relativa alle vaccinazioni sanitarie completate per soddisfare i requisiti richiesti per il ritorno al lavoro, ovviamente rispettando le disposizioni in materia di legge. Le organizzazioni possono anche raccogliere dati sulle vaccinazioni per valutare quando è sicuro riportare i dipendenti sul posto di lavoro.

Use of ForwardLooking Statements

This release contains “forward‑looking statements” about the expectations, beliefs, plans, and intentions relating to new capabilities. Such forward‑looking statements include statements regarding expected performance and benefits of such capabilities. Forward‑looking statements are subject to known and unknown risks and uncertainties and are based on potentially inaccurate assumptions that could cause actual results to differ materially from those expected or implied by the forward‑looking statements. If any such risks or uncertainties materialize or if any of the assumptions prove incorrect, our results could differ materially from the results expressed or implied by the forward‑looking statements we make. We undertake no obligation, and do not intend, to update the forward‑looking statements. Factors that may cause actual results to differ materially from those in any forward‑looking statements include, without limitation: (i) delays and unexpected difficulties and expenses in making available additional capabilities; (ii) changes in the regulatory landscape related to vaccine development and distribution and the availability of vaccines; and (iii) changes in the duration or severity of the COVID‑19 pandemic. Further information on factors that could affect our financial and other results is included in the filings we make with the Securities and Exchange Commission from time to time.